Banca di Credito Cooperativo di Terra d’Otranto

La Cassa Rurale ed Artigiana fu costituita a Carmiano il 6 febbraio 1957 ad iniziativa di un gruppo di soci fondatori principalmente agricoltori, che nei locali dell’edificio scolastico, ne sottoscrissero l’atto costitutivo.
Negli anni più recenti, la Cassa Rurale ed Artigiana si trasforma in Banca di Credito Cooperativo di Carmiano, e così amplia sia la propria struttura. Nel 1995 in seguito alla fusione tra il Credito Cooperativo di Carmiano e il Credito Cooperativo di Borgagne e Melendugno, nasce una nuova realtà denominata Banca di Credito Cooperativo di Terra d’ Otranto, che all’insegna della tradizione, pone le basi per la costituzione di un istituto bancario più efficiente e presente sul territorio. La stessa scelta della nuova denominazione, che anticamente indicava tutta l’area più meridionale della Puglia, tradisce già l’idea di realizzare in futuro, mediante una crescita moderata e prudente, un più ampio polo bancario.
Oltre allo sviluppo dei tradizionali crediti per agricoltori e artigiani la BCC, avendo compreso l’importanza del turismo per il proprio territorio racchiuso tra il mare Adriatico e lo Ionio, ha diversificato ulteriormente i propri settori di intervento. A questo proposito, va ricordato, che la BCC è socia dei GAL (Gruppo di Azione Locale) Valle della Cupa e Terra d’Otranto, un organismo sorto con il compito di erogare fondi pubblici, anche comunitari, con varie finalità, tra cui la promozione turistica.