Comune di Castro

Situato lungo la costa orientale della penisola salentina, il comune è formato dall’abitato principale di origine medievale, posto su un promontorio a 98 m s.l.m., e dalla parte bassa di Castro Marina, sorta intorno al porto. Centro peschereccio e balneare, vanta origini antiche quale erede della romana Castrum Minervae. Il territorio comunale si estende per 4,44 km², pertanto risulta essere il più piccolo comune per superficie dell’intera Puglia. È caratterizzato da modesti rilievi digradanti verso il mare e raggiunge il punto più elevato con il Monte Mattia, 131 metri s.l.m. La morfologia del territorio è ondulata con pochi spazi in pianura, soprattutto nella parte nord occidentale del feudo.
Dall’ottobre 2006 parte del suo territorio rientra nel Parco Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase istituito dalla regione Puglia. Sulla costa, si trova la grotta Zinzulusa, unico sito carsico italiano tra i dieci mondiali segnalati dal KWI come meritevole di tutela. Esistono inoltre altre grotte, come la grotta Romanelli, la grotta Azzurra e la grotta Palombara. L’economia cittadina si basa soprattutto sul turismo balneare e sui settori ad esso legato. La pesca, in passato fondamentale per l’economia locale, oggi ha ridotto la sua importanza, ma rimane un settore attivo.