Comune di Santa Cesarea Terme

Il comune di Santa Cesarea Terme, che occupa una superficie di 26,66 km², è compreso tra gli 0 e i 129 metri sul livello del mare ed ha una popolazione di 3.027 abitanti. Presenta una morfologia pianeggiante all’interno, con distese di uliveti secolari, e fascia costiera alta e frastagliata con faraglioni, grotte e piccole baie.
L’abitato di Santa Cesarea Terme è arroccato su uno sperone roccioso a picco sul mare ed è attraversato dalla strada litoranea che collega Otranto a Santa Maria di Leuca. La località è caratterizzata dalla presenza di sorgenti termali di acque sulfureo-salso-bromoiodiche che sgorgano a una temperatura di 30° in quattro grotte denominate Gattulla, Solfurea, Fetida e Solfatara.
Dall’ottobre 2006 parte del suo territorio rientra nel Parco Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase istituito dalla Regione Puglia allo scopo di salvaguardare la costa orientale del Salento, ricca di pregiati beni architettonici e di importanti specie animali e vegetali. Le tre frazioni sono: Vitigliano, Cerfignano e Porto Miggiano. Quest’ultimo una località costiera di rara bellezza localizzata a sud del centro abitato di Santa Cesarea Terme. Si tratta principalmente di una caletta rocciosa incastonata in un’insenatura caratterizzata da alte falesie calcaree la cui costa è costellata da piccole grotte abitate sin dalla preistoria. Nella località è presente l’omonima torre cinquecentesca e un piccolo porticciolo turistico.
L’economia del comune di Santa Cesarea Terme è principalmente legata al turismo termale e balneare. Numerose sono le strutture ricettive presenti lungo la costa cesarina, camping attrezzati e discoteche che svolgono un richiamo prettamente estivo. Nelle frazioni, la cui economia è da sempre stata legata all’agricoltura e alla coltivazione dell’ulivo, si sono sviluppate di recente piccole attività legate al settore turistico e commerciale.